LEGGE DI STABILITA’ 2015 JOBS ACT – I vantaggi dell’apprendistato

JOBS ACT Contratti di lavoro a confronto / I vantaggi dell’apprendistato

La formula vincente del confronto – considerando esclusivamente l’aspetto economico – si conferma l’apprendistato professionalizzante, che, con 1.449 euro lordi di costo finale (comprensivi di 151 euro di contributi Inps a carico dell’azienda), rappresenta circa il 9% in meno al mese rispetto al contratto a tutele crescenti (anche se l’apprendistato non accede all’esonero contributivo previsto dalla legge di Stabilità). Inoltre, la possibilità offerta all’azienda di sotto-inquadrare l’apprendista con paga del primo livello (rispetto al terzo livello previsto per gli altri contratti) può abbassare la retribuzione mensile lorda a 1.300 euro, a cui si sommano contributi Inps calcolati in base all’aliquota agevolata dell’11,61%, ipotizzando che il datore di lavoro abbia alle proprie dipendenze più di nove persone (nelle aziende più piccole i contributi sono addirittura azzerati). Per gli apprendisti, però, il datore deve mettere in conto un percorso formativo, che giustifica i consistenti sgravi economici di cui beneficia il contratto.

http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/norme-e-tributi/2015-03-04/contratti-lavoro-confronto-vantaggi-apprendistato-113630.shtml?uuid=ABQPhx3C&nmll=2707

This entry was posted in Apprendistato, Legge di stabilità 2015 - jobs act and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *